L’ULTIMO AMORE

MERCOLEDÌ 9 SETTEMBRE 
h 21.30

Nella metà degli anni Novanta, l’Albania fu visitata da molti stranieri, tra cui anche persone di origine albanese che volevano riscoprire le proprie radici e intraprendere attività imprenditoriali. I viaggi tra l’Italia e l’Albania divennero molto frequenti perché i porti e gli aereoporti italiani rappresentavano spesso un punto di passaggio obbligato per tutti gli albanesi che intendevano farsi una vita altrove e per gli stranieri che volevano recarsi in Albania. Questo film narra una storia di passaggi tra l’uno e l’altro Stato ed è ambientato nel punto di approdo e partenza dei viaggi, e cioè a Durazzo. La città ha rappresentato sia nel periodo comunista sia in quello successivo, un luogo di transizione tra l’Albania e il resto del mondo che per gli albanesi spesso iniziava proprio dall’Italia. Nel contesto degli anni Novanta, l’Albania non era il luogo ospitale che molti si aspettavano. I visitatori dovevano fare i conti con una realtà molto diversa da quella che avevano conosciuto nei loro precedenti viaggi, reali o immaginari che fossero.

Regia: Gjergj Xhuvani
Produzione: AL
Anno: 1995
Durata: 70 min
Genere: drammatico
Lingua: albanese con sottotitoli in italiano